Ecco cosa ha fatto l’immigrato alla famosa velina – VIDEO SHOCK

191176

Così funziona un sito che guadagna soldi dai click. Fa girare su Facebook un titolo accattivante e ti porta a cliccarci sopra. Perchè lo fa? Perchè i banner presenti nel sito portano soldi. I click si trasformano in denaro, questo è uno dei motivi per il quale i siti di bufale funzionano così bene. Si prende un argomento sociale molto d’impatto, che crea attriti a livello culturale o politico. Si confeziona una piccola storia, una bufala, completamente inventata ma plausibile. Qualche aggancio alla realtà qui e lì, giusto per darle verosimiglianza. Quando leggi la notizia, sei su un sito costellato di banner pubblicitari. Sono lì, messi apposta per te, ti aspettano al varco. E volente o nolente farai il loro gioco. La pubblicità funziona in modi diversi, ma senza andare a invadere il campo della psicologia, ricordati solo che in questo momento sei stato venduto, come click, a una qualsiasi compagnia. Mentre leggi bufale sui migranti, sui rom, sul gender, sugli omosessuali, sugli stranieri, una foto di una donna seminuda, e subito compi un percorso di transazione monetaria dal soggetto A al soggetto B.

Come fai quindi a non essere più uno dei più fruttuosi canali monetari dei generatori di bufale? Prima di cliccare su qualsiasi link, osserva sotto, leggi il nome del sito, se non lo conosci non cliccarci subito, informati prima. Vai a controllare la storia di questo link. Quasi tutti i siti altervista.org sono siti di bufale. Ma ce ne sono altri, sono ovunque, perchè è facilissimo guadagnare con le bufale e con l’odio. Se non vuoi essere un ingranaggio di questo fenomeno, cogli l’occasione per verificare il titolo, le fonti, la reputazione del sito.

Essere in grado di destreggiarsi tra i link non è semplice, ma col tempo imparerai. Questa volta ti è andata bene, perchè qui non ci sono banner pubblicitari, è solo il mio sito di cinema. Mi hai pure regalato un click, ma io non me ne faccio niente.

PS: Chiedo scusa ai normali lettori del nostro blog per questo piccolo esperimento, da domani si torna a parlare di cazzate 😉

[Elisa]

Annunci