Lo stupro di Sansa e l’ipocrisia a spruzzo

Sansa_Stark

La scena dello stupro di Sansa continua a tormentare il popolino. Leggo ogni tipo di fesseria in merito a questa scena in particolare, che a quanto pare risulta inaccettabile più di molte altre. Come se per ora, in Game Of Thrones, avessimo assistito a un’enorme festa delle margherite, farcita da musica folk e danze castissime, mentre nello sfondo Papa Francesco benedice tutti quanti vomitando arcobaleni.

Abbiamo visto teste tagliate, feti squartati, gente sgozzata, occhi spremuti, donne usate un po’ per tutti gli usi e costumi. Ma pare che Sansa, obiettivamente la ragazza più imbecille della serie, avesse dalla sua molte donnette-tatuaggetto che parteggiavano per lei. Al chè, quando la terribile scena viene messa in atto, tutte a picchiare la testa contro il muro e boicottare la serie.

E’ dunque probabile che prima, inconsapevoli dell’errore, guardassero le replice di Dallas confondendole con Game of Thrones?

Il problema è sempre quello, ad ognuno il proprio genere. Se non ti piace il fantasy, o l’horror, o in generale la gente cinica, non guardare la serie. Siediti e ricama un cazzo al punto croce. Non è obbligatorio guardarlo e poi lamentarsene, arrivando pure a costruire accuse come se quella particolare scena non fosse già stata annusata un milione di anni prima. Perchè se non te l’aspettavi la tua comprensione del testo ha bisogno di una pesante revisionata.

La serie GOT descrive un mondo spietato, un mondo di gente dimmerda in un universo tagliente che, dopotutto, non si discosta poi molto dal nostro passato. Il tono e le modalità di narrazione sono chiarissime. LAGGGENTE MUOIONO, le ragazzine vengono stuprate, i diversamenti alti vengono pigliati a schiaffoni, gli imbecilli vengono circuiti e i Jon Snow vengono proclamati Lord Commander. E’ un posto dimmerda, ma è il nostro posto dimmerda.

Non cadete dal pero, donnette-tatuaggetto, sbavando sopra i manzoni seminudi per tutto il tempo e poi urlando allo scandalo se una giovane ragazza viene obbligata a consumare la prima notte di nozze in maniera brutale. Perchè la reazione è quasi da TSO, io ve lo dico.

PS: Vorrei aggiungere un’altra cosa: l’atmosfera di vittimismo creatasi attorno a questa scena è indice di una mentalità stile #senonoraquando che porta la spettatrice donna a non apprezzare quello che invece, almeno nella serie tv, appare chiaro e particolarmente fico. C’è un sacco di varietà nell’universo femminile di GOT, ma una buona costante rimane, ed è innegabile: la donna è cazzuta. Pensate a Cersei, pensate a Daenerys o a Margaery Tyrell, ma soprattutto a Brienne che è un caterpillar, o alla donna in rosso, che ha ai suoi piedi un intero esercito. Vedere la vittima sempre e comunque è grave, Sansa è una donna debole e stupida, è un altro tipo di donna. Come Tyrion è un altro tipo di uomo. Avete visto diversamente alti strapparsi i capelli a ogni scena umiliante? E’ un universo eterogeneo come è giusto che sia, pensate che Arya avrebbe fatto lo stesso al posto di Sansa? Mi fate venire il porco, vi giuro, sempre lì a compatirsi. Basta, me ne vado.

Elisa

Advertisements