WIRKOLA STRIKES BACK! Dead Snow 2

Questo piccolo grande amore per i paesi nordici e la loro incredibile produzione cinematografica continua. Era da un bel po’ che non ridevo fino alle lacrime e ai giramenti di testa. Dead Snow 2, figlio di un numero uno estremamente simpatico e delirante, riesce IMHO a superarlo e creare un film multi-tematico di livelli impareggiabili. Lo classifico al primo posto dei film horror trash-demenziali di quest’anno. Sono certa che non ne usciranno di migliori, punto.

Se nel primo capitolo avevamo dunque saggiato lo spasso della combo zombie+nazisti, ora siamo pronti ad affrontare una trama un po’ più elaborata e una forchetta di personaggi più caratterizzati e spassosi. E per chi ama il genere zombi e magari è pure nerd, questo film farà davvero venire i cuoricini agli occhi.

Dead Snow 2 Film

“Quelli che aspettano gli zombie”, per citare un gruppo di amici virtuali che seguo e che stimo, hanno un ruolo protagonista in questo tripudio di LOL del genere. La rivincita dei nerd oserei direi, di quei tre sfigati che alla fine sugli zombie c’avevano ragione, e per dio sono pronti a combatterli. Eccitati come conigli dalla visione di quei personaggi di fantasia che hanno immaginato di combattere chissà quante volte. DIOMADONNA HO UCCISO UNO ZOMBIE, FAMMI UNA FOTO!!1!11!!

Meraviglioso il capo della zombie squad, l’attore che ha interpretato il ruolo del programmatore satanista in Silicon Valley, che vi consiglio caldamente di vedere. E pure le due ragazze di supporto, nerdissime e sfigatose (ma sfigate del genere fake, con occhiali e coda di cavallo) e rigorosamente pazze. Ma pure il ragazzo che lavora al museo, personaggio immenso, o lo zombie-schiavo usato per i compiti più ingrati, tra i quali fare da leva ad una ruota impantanata nel fango.

dead-snow-2-3

Politically correct nemmeno per sbaglio. Bambini che esplodono, adolescenti sbudellati, vecchie signore in sedia a rotelle mangiate vive. Niente è al suo posto e niente viene dato per scontato. Pure le gag a tema riescono a risultare originali, in contrasto con una buona cura del combattimento e degli effetti speciali. Un budget maggiore del primo film ha permesso di spingere il trash un po’ più verso la serietà tecnica, con esplosioni di teste e duelli all’ultimo sangue costruiti con intelligenza e, oserei dire, grande passione.

Che il genere horror-trash devi amarlo, e se lo ami riesci a creare, da un argomento così saturo come il genere zombie, qualcosa di effettivamente originale.

Dead-Snow-2-03

E permane la cura, tutta norvegese, per una fotografia e un’inquadratura sempre pulita e di grande effetto, quell’attenzione alla luce e agli oggetti di scena che è una delle caratteristiche del cinema nordico che adoro di più.

Ma non fatevi ingannare eh, il film è davvero stupido. Stupido al cubo, demenziale fino al midollo, perverso e delirante fino all’ultima dissolvenza. Pregiatissima masturbazione di genere, il nerd che si bacia allo specchio, sopraffina goliardia-spazzatura. E quando il bello e lo splatter si incontrano, non può che nascere l’amore. Davvero, ho riso fino a lacrimare, e poi ho riso ancora. Tutto quello che avete sempre sognato dagli zombie, elevato al cubo.

E ora guardatevi il trailer che, anche da solo, si aggiudica comunque il titolo di CAPOLAVORO. E’ esaltante, ne voglio ancora, WIRKOLA GIMME MORE!!1!!111!!!

Advertisements