Oscar 2014: perchè ha vinto chi ha vinto

dallas-buyers-club-600-370-03

12 anni schiavo

Le tematiche storico/sociali legate a minoranze e sofferenza attirano i voti degli addetti ai lavori come il dolce miele. Un Oscar che ho previsto fin da subito, perchè doveva andare così, era inevitabile. Lacrimoni, il dolore di un popolo, una storia vera, una situazione sociale radicata nella storia del paese.  C’era tutto il pacchetto, forza. Non poteva non vincere e ha vinto. Senza, tra l’altro, essere realmente un film da Oscar (imho).

Matthew McConaughey alla faccia di Leonardo Di Caprio

Meritatissimo, per un semplice motivo: quando sei una capra per tutto il tempo e poi magicamente ti trasformi in un ottimo attore, la gente rimarrà sconvolta dalla trasformazione. Cosa che nella carriera professionale di Di Caprio non è mai successa. E’ sempre stato un bravo attore. Sicuramente non tra i miei preferiti, ma sa fare il suo mestiere.

Jared Leto

Quell’imbecille ha studiato. Ha studiato e ha fatto un ottimo lavoro. Nessuno, nella lista delle nomination, si è allontanato così tanto dalla safe zone. Nemmeno Jonah Hill. Mi ha stupito e sono contenta che si sia beccato l’Oscar. Bravo emo arrogante e fastidioso.

Lupita Nyong’o

Il premio andava ovviamente alla Lawrence. Ma ha già vinto troppa roba, quindi Lupita è la seconda scelta. Molto brava, molto intensa, ma una spanna sotto Jennifer. E’ brava la gagnetta. Si meritava anche questo.

Alfonso Cuarón 

Hanno premiato la sperimentazione a sfavore dello stile accademico. E’ una scelta. Gli altri film in nomination sono stati girati egregiamente. In Gravity abbiamo la componente “spettacolare” della novità tecnica e della cura con la quale Cuarón si è espresso per rendere questo non-film un’interessante esperienza visiva. E s’è beccato il pacchetto tecnico completo.

Her

E’ la più originale, pochi cazzi. E non dimenticatevi che gli Academy sono farciti di hipster (chi si saranno fatti i gran segoni guardando questo film).

La grande bellezza

Nostalgia felliniana. Ci amano, e non se ne vergognano. Ripeto, sono hipster segaioli, era il film perfetto.

 

Annunci