Jimmy Bobo – It’s a disaster – Jack Reacher

Visto che non avevo un cazzo da fare, mi sono rimesso in pari con un po’ di films che avevo in coda.

La mia vita sociale. E' una metafora. Ma è anche successo davvero.

La mia vita sociale. E’ una metafora. Ma è anche successo davvero.

Nessuno dei films si merita una intera recensione, quindi li facciamo tutti insieme, cominciando con la pellicola di azione geriatrica Jimmy Bobo:

Non inquadrata: La macchina per la dialisi.

Non inquadrata: La macchina per la dialisi.

Bullet to the Head è un films di Walter Hill tratto da una graphic novel, con protagonista un vecchio e come spalla una comparsa di Fast & Furious. Non voglio lasciarvi sulle spine: è un film brutto. Hill dirige come se fosse ancora il 1979, i dialoghi li abbiamo già sentiti migliaia di volte e definire lignea la recitazione è un insulto agli arboreti di tutto il mondo.

Dai non te la prendere, non piangere. (è divertente perché è un salice piangente, l'avete capita?)

Dai non te la prendere, non piangere. (è divertente perché è un salice piangente, l’avete capita?)

C’è anche il signor Momoa che si è visto in altre cose tipo Game of Stronz e il remake di Conan. In definitiva il film è un grosso MEH.

Its-a-Disaster-poster

It’s a Disaster è un filmetto indipendente con Julia Stiles e David Cross. Mi aveva interessato più che altro per la premessa – un gruppo di coppiette vengono coinvolti dalla fine del mondo durante un brunch domenicale – e per la presenza di Cross, che mi piace.

DAVID CROSS

“Chi? Io?”

Il films ha forse due momenti interessanti, per il resto sono i soliti personaggi, le solite dinamiche di tradimenti e le solite puttanate. Di nuovo Meh. Infine Jack Reacher

Xenu ti vede

Xenu ti vede

Premetto che a me Tom Cruise non è mai piaciuto, e non solo per le sue psicosi scientologiste. L’unica volta in cui l’ho veramente apprezzato è stato in Tropic Thunder.

"Fai un passo indietro e, letteralmente, inculati da solo!" Geniale!

“Fai un passo indietro e, letteralmente, inculati da solo!” Geniale!

Jack Reacher, in compenso, è l’unico film decente del trittico. E’ scritto e girato con competenza, la recitazione è accettabile e l’azione è intrattenevole. Se si riesce a sorvolare sul narcisismo di Cruise e quanto gli piaccia sentirsi dire le battute, il films è decisamente guardabile.

Ecco Cruise ritratto mentre guida il suo ego.

Ecco Cruise ritratto mentre guida il suo ego.

Due cose molto apprezzabili della pellicola sono le minacce di Reacher ai vari malviventi (I’m gonna beat you to death and drink your blood from a boot) e Werner Herzog che fa uno straordinario e veramente pauroso malvagio. (Lo sapevate che una volta hanno sparato ad Herzog durante un’intervista e lui l’ha finita prima di andare al pronto soccorso? True story)

"Uno stivale pieno di sangue? La mia solita colazione."

“Uno stivale pieno di sangue? La mia solita colazione.”

Ah, nel cast anche Robert Duvall. Buon per lui, buon per lui.

Insomma, Jack Reacher è guardabile, un yay-ino, se volete.

[pekka]

Advertisements