Noi crediamo in JJ

JJ-Abrams-star-wars

Quando Pekka me l’ha fatto leggere mi son messa le mani in faccia e ho spalancato gli occhi. E’ stata una reazione così eccessiva che gli amici hanno cominciato a chiedere: “Che è successo? E’ morto il nano? Son arrivati gli zombie? I Maya si sbagliavano di qualche mese? E’ morto il nano?”

E invece no. JJ ci fa lo scherzone e dirige Star Wars VII.

Ci ho messo un po’ a scrivere perchè non mi fido della internet, ma ora che la notizia è sicura ci tengo a dire le mie quattro cose inutili. Perchè effettivamente la notizia ha fatto storcere il naso a molti, e io son qui per dire che questi molti non capiscono una sega.

A prescindere dal fatto che anche miononnoincariola sarebbe in grado di creare un prodotto migliore di quella merda della seconda trilogia (che continua a NON ESISTERE), JJ Abrams è comunque una cazzo di ottima scelta. Il suo stile è accademico e, a mio avviso, impeccabile. E’ un regista spielbergiano, ce ne accorgiamo molto bene in film come Super 8, un professionista che riesce a costruire un racconto visivo lineare e senza sbavature o errori tecnici.

Il problema di Star Wars VII sarà, semmai, la sceneggiatura. Più che altro perchè non si è ancora capito cosa vogliano raccontare e quali attori saranno presenti. Che poi sarei curiosa di sapere cosa ne pensa Mark Hamill, l’uomo che moriva dalla voglia di essere legato nuovamente all’universo Guerre Stellari. Ad ogni modo, tra le voci degli sceneggiatori, compare Michael Disney/Pixar Arndt, conosciuto per gli screenplay di Toy Story 3, Little Miss Sunshine e The Brave. E’ probabile quindi che la storia (che potrà piacere e non piacere, in modo assolutamente soggettivo) sarà comunque gestita in modo razionale e, a mio parere passionale.

Perchè in fin dei conti JJ è un fan, al contrario di quella testa di cazzo imbolsita di George Lucas. E un film portato avanti da una persona che crede nel prodotto avrà comunque dei risultati migliori. JJ lo ha già specificato, vuole farci affezionare ai personaggi, vuole renderci appassionati ed emozionarci. Lui ha la passione del nerd e la professionalità del regista spielbergiano.

I want to believe.

E il film di Star Trek è una figata.

E va bene che ti leghi a due universi diversi, forse tu sarai l’anello di congiunzione tra le due fazioni di nerd, l’unico uomo che riuscirà finalmente a portare ordine nella galassia. Ed assicurare a tutti lunga vita e prosperità.

Ok la smetto.

(Elisa)

Advertisements